Contact

           

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

Biografia

 

    La pianista SooJin Anjou gode di un’acclamata carriera di solista, collaborando ai più diversi progetti interdisciplinari in qualità di pianista solista come anche in formazioni cameristiche. Nata in Corea del Sud, ha studiato negli Stati Uniti, in Ungheria e in Germania.  Ha ottenuto il diploma presso la Juilliard School, unica ad aver ottenuto premi, presso questa istituzione, per i suoi risultati sia nell’ambito musicale sia nell’ambito umanistico. Durante gli studi presso la Juilliard School, ha ottenuto la «Vladimir Horowitz Scholarship» e, dopo aver vinto il concorso annuale della scuola, ha interpretato il Concerto per pianoforte K.482 di Mozart con la Juilliard Orchestra diretta da Otto-Werner Mueller. Mentre era ancora una studentessa, è stata protagonista del documentario televisivo della Asahi-TV «New York, New Yorkers», trasmesso in molte parti dell’Asia e pubblicato in DVD. 

    SooJin Anjou è un’appassionata interprete di musica contemporanea, e diversi compositori hanno potuto apprezzare la sua competenza da quando aveva quindici anni. Come membro del New Juilliard Ensemble, ha partecipato alle esecuzioni (tra cui numerose prime assolute) di brani tra gli altri di Valentin Silvestrov, Elena Kats-Chernin e David del Tredici. Accompagnata dallo stesso ensemble, è stata la solista nel Concerto per pianoforte no. 2 di Lee Hyla, eseguito alla Alice Tully Hall. Nel 2010, ha commissionato ed eseguito in prima esecuzione assoluta nuovi lavori di tre compositori, per commemorare il bicentenario della nascita di Schumann e Chopin. Nel 2018 l’etichetta Mode pubblicherà la sua prima incisione completa di tutte le opere per pianoforte di Morton Subotnick, una leggenda vivente della musica elettronica. 

    SooJin Anjou si dedica con entusiasmo anche alla musica da camera, specialmente quella vocale. Ha seguito numerose masterclass con Dietrich Fischer-Dieskau e Julia Varady sul repertorio liederistico e operistico. Ha una passione particolare per i progetti interdisciplinari: è stata la direttrice musicale della prima produzione in lingua tedesca della pièce di Moises Kaufman 33 Variations, che ha visto la luce al Renaissance-Theater di Berlino nel 2010. A tutt’oggi, ha eseguito questo lavoro per quasi cento repliche. Nel 2011, SooJin Anjou ha iniziato una collaborazione con l’ensemble teatrale «Nico and the Navigators», conosciuto per il loro teatro musicale d’improvvisazione, creando un’acclamata versione scenica della Petite Messe Solennelle di Rossini.      

    Come solista ha fatto il suo debutto con la Boston Symphony Orchestra a soli sedici anni, eseguendo il Concerto per pianoforte no. 3 di Prokofiev. Ha raggiunto notorietà europea dopo aver vinto un premio al concorso pianistico internazionale «Robert Schumann» di Zwickau (Germania) e al concorso pianistico internazionale di Orléans (Francia). Il suo vasto repertorio comprende più di 30 concerti, da Bach fino a Berio, includendo inoltre l’opera pianistica completa di Ravel e tutti gli Studi Trascendentali di Liszt. 

          SooJin Anjou è professore del Jazz Institute Berlin.     

forest

 

 

 

sofa